Il trattamento Shiatsu

 
futon
Scrivo questo post perché troppo spesso mi capitano clienti che, pur convinti di aver già ricevuto un trattamento Shiatsu, in realtà hanno ricevuto ben altro. Questi mi riferiscono modalità di trattamento e strumenti che proprio non fanno parte dello Shiatsu. Dove si esegue un trattamento Shiatsu? Quali strumenti si usano? Il ricevente come si pone rispetto al trattamento?Innanzitutto mi preme fare una distinzione tra “massaggio” e “trattamento”. Il massaggio (dal greco massein che significa “impastare”, “modellare”) è legato alla Massoterapia, ovvero, l’insieme di cure utilizzando il massaggio come terapia. Da questa definizione si evince l’aspetto più “medico” del massaggio. Lo Shiatsuka (Operatore Shiatsu) non è un “massaggiatore” perché non effettua terapie! Lo Shiatsuka  “tratta” e “riequilibra” l’energia del ricevente.
Fatta questa dovuta premessa, passiamo alla location.
Il trattamento Shiatsu può essere eseguito ovunque ci sia un po’ di spazio per permettere all’Operatore di muoversi liberamente. Quindi possiamo ricevere un trattamento comodamente a casa o presso lo studio di un Operatore, ovviamente, ma anche in giardino, in ufficio, in un parco. Io stesso ho trattato persone per strada!
Il trattamento si esegue su un comodo materasso chiamato futon. Il futon è, in genere, fatto di materiale naturale come fibre di cocco e di cotone grezzo racchiusi in una fodera di tessuto. E’ posizionato sul pavimento, quindi il trattamento viene eseguito a terra e non sui classici lettini da massaggio!
Esistono futon trasportabili che mantengono tutte le caratteristiche di quelli standard. Una piccola parentesi va aperta per le cosiddette massage chair, ovvero le sedie da massaggio. Queste sono utilizzate prevalentemente per il massaggio in ufficio o laddove non si dispone di spazio a sufficienza per ospitare un futon. Queste sedie permetto al ricevente di alleggerire il carico sulla schiena e quindi di rilassare più facilmente la muscolatura e facilitare il lavoro dell’Operatore.
Per quanto riguarda gli strumenti lo Shiatsuka non usa altro che le proprie mani nude e senza l’ausilio di olii, unguenti o oggetti. Oltre alle mani (in modo particolare col pollice), lo Shiatsuka può effettuare pressioni con i gomiti, gli avambracci e le ginocchia. Questi sono gli unici strumenti che utilizza un Operatore Shiatsu.
Al cliente (o ricevente) è chiesto di vestire con abiti comodi, preferibilmente di cotone o lino, che gli permettano ampie escursioni articolari. Lo Shiatsuka, poi, aiuterà il ricevente a posizionarsi sul futon e lo guiderà nella posizione giusta, ora prona, ora supina od in posizione laterale. Tendenzialmente sono queste le posizioni utilizzate, ma lo Shiatsu può essere praticato anche da seduti sia sul futon che sulle massage chair.
A rendere tutto più confortevole, ove possibile, è la filodiffusione di un po’ di musica a bassa frequenza che induca al rilassamento e renda piacevole la seduta di trattamento. A questo punto il trattamento può avere inizio.
Ricapitolando:
se in un centro benessere acquistate un trattamento Shiatsu e vi chiedono di entrare in una cabina per spogliarvi, vi fanno indossare uno slip monouso, vi fanno accomodare su un lettino da massaggio e cominciano a cospargervi di olio, magari ne uscirete rilassati e con un sorriso stampato sul viso, ma NON avete ricevuto un trattamento Shiatsu!
 
 
 
 

4 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...