Yin e Yang

 
Tao-Chi
La filosofia Orientale e la Medicina che da essa ne trae ispirazione sono basate sull’osservazione della natura. Da essa si può concepire il concetto di continuo mutamento ciclico: nelle ventiquattro ore possiamo osservare l’alba ed il tramonto; nel ciclo mensile, le quattro fasi lunari; nel corso dell’anno, le quattro stagioni e così via. In questo continuo movimento, ogni cosa che appartiene alla Terra nasce, cresce, ha un certo numero di “cicli vitali” e muore. Da queste osservazioni, che oggi diamo per scontate, si affermarono i principi base della teoria dello Yin e dello Yang.
Qualunque cosa osserviamo in natura ha un suo contrario, un suo opposto, un lato con il quale è sempre in continuo scambio. Secondo la tipica circolarità del pensiero orientale, tutto ciò che è in vita, quindi, è governato da una dualità. L’aspetto più importante della coppia Yin-Yang è il continuo cambiamento, la continua trasformazione l’uno nell’altro, la mancanza di stasi, di quiete. Il simbolo stesso del Tao-Chi ci fa comprendere questo movimento e i punti che troviamo (il bianco nel nero e viceversa) rappresentano proprio l’appartenenza dell’uno con l’altro.
Ma per ben comprendere questo aspetto, bisogna analizzare le leggi che governano lo Yin e lo Yang:
  • La Polarità. Ogni fenomeno ha due aspetti. Lo Yin e lo Yang sono due qualità opposte che descrivono aspetti diversi della stessa cosa. Le due qualità esistono solo l’una in rapporto a l’altra.
  • La Complementarietà. Lo Yin e lo Yang si creano a vicenda. Il bene ed il male, l’amore e l’odio, la gioia e la tristezza (e così via), non possono esistere l’uno senza l’altro. Nessuno può affermare di aver vissuto una vita solo di gioia o comunque non si può percepire la gioia se non si è sperimentato anche la tristezza.
  • La Relatività. Tutti gli aspetti portano in se il seme dello Yin e dello Yang. Nulla è solo Yin o solo Yang, ma in ogni cosa troviamo sia l’uno che l’altro.
  • Il Controllo. Va da se capire, a questo punto, che Yin e Yang nel loro continuo trasformarsi esercitano anche un controllo reciproco.
  • La Trasformazione. Yin e Yang si generano l’un l’altro in continuazione e nella ricerca utopica dell’equilibrio. “E’ dall’inverno che nasce la primavera, così come è nel massimo rigoglio dell’estate che inizia l’inverno” *
Nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC) lo Yin rappresenta la notte, l’inverno, il freddo, la calma, il riposo, il vuoto, l’acqua, la donna etc.. Di contro lo Yang rappresenta il giorno, l’estate, il caldo, il movimento, l’attività, il pieno, il fuoco, l’uomo etc..
Quindi tutto può avere una connotazione Yin o Yang, o per meglio dire, con prevalenza Yin o Yang. Se esaminiamo ad esempio le stagioni, possiamo dire che ci troviamo, adesso, nella massima espansione di Yang, considerando il caldo, la maggiore attività, le giornate con maggiore luce. Ma attenzione a non cadere nella trappola tipica del pensiero “Occidentale” e cioè quella di voler classificare tutto. Abbiamo detto che Yin e Yang sono governati da leggi secondo le quali una data cosa non può essere costituito solo dall’uno o dall’altro. Infatti tornando alla stagione che stiamo vivendo adesso, cioè l’estate, è vero che è la massima espansione di energia e quindi Yang, ma se considero il preciso istante in cui mi accingo a scrivere questo post, mi trovo nella fase Yin di questa giornata d’estate, cioè sera inoltrata.
Descrivendo il corpo umano avremo che il torace e l’addome sono Yin, mentre schiena, mani e braccia sono Yang. Ma anche qui, applicando il principio della relatività, avremo che il torace è Yang rispetto all’addome, perché collocato più in alto, mentre le braccia sono più Yin se le mettiamo in relazione alle mani, perché più vicine al corpo.
In realtà è un argomento che meriterebbe sicuramente di essere approfondito con esempi e citazioni, ma il mio scopo era di spiegare, seppur semplificando, un concetto che è alla base del pensiero Orientale e sul quale si fonda la filosofia dello Shiatsu.
 
 
* Fondamenti di Medicina Tradizione Cinese (Franco Bottalo – Rosa Brotzu)

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...