Makko-Ho (stretching dei meridiani)

 
Makko-Ho
Esistono molte forme di esercizio derivate dalla tradizione orientale, tra le quali, lo Yoga, il T’ai Chi Ch’uan e il Qi gong, che hanno la funzione di armonizzare il flusso di Sangue (Xue) e il libero fluire dell’energia (Ki), attraverso semplici esercizi che andrebbero eseguiti ogni giorno. In Oriente non è difficile trovare persone che si radunano nei parchi a mettere in pratica i suddetti esercizi. A chi non è mai capitato di vedere un documentario o un film dove, appunto, venivano inquadrati questi “vecchietti arzilli” che eseguivano i loro esercizi con sinuosità degna di una moderna danza?!
Ad affiancare le discipline già citate, il M° Shizuto Masunaga, uno dei padri fondatori dello Shiatsu moderno, ideò uno speciale sistema di esercizi chiamato appunto Makko-Ho. Si tratta di semplici movimenti, che non necessitano di alcun sforzo eccessivo e sono mirati allo stretching dei meridiani ed a mantenere flessibili le articolazioni, con notevole beneficio per tutta la persona.
Sequenza

Ogni esercizio è legato ad una coppia di meridiani, ovviamente facente parte della stessa loggia energetica (vedi I 5 Elementi). Esiste, però, una sequenza “preparatoria” composta dallo stiramento di due Meridiani Straordinari, quali il Vaso Governatore ed il Vaso Concezione che hanno lo scopo di “stendere” il corpo ed accumulare energia per poi nutrire i 12 Meridiani, da eseguire prima di iniziare il ciclo.
Gli esercizi Makko-Ho seguono una sequenza precisa legata, guarda un po’, al ciclo giornaliero descritto nell’Orologio Cinese. Il primo a dare l’impulso ed a rilanciare il ritmo è il meridiano del Polmone, legato alla respirazione (la prima cosa che facciamo quando nasciamo). La sequenza procede così:
Questi esercizi hanno lo scopo di rivelare lo stato di ogni Meridiano, riequilibrano l’energia, migliorano la mobilità delle articolazioni e preparano la persona al ciclo giornaliero.
Si possono eseguire come routine quotidiana, ma possono essere svolti anche se si identifica una disarmonia del Ki in un particolare organo e non vi è la possibilità di ricevere un trattamento, si può trovare giovamento “aprendo” il meridiano con l’esercizio Makko-Ho appropriato. Per i più zelanti, visto che la sequenza segue un determinato ciclo, si potrebbe lavorare puntualmente sul meridiano facendo l’esercizio giusto al momento giusto, seguendo gli orari dell’
Orologio Cinese per avere un risultato più proficuo.
Gli esercizi Makko-Ho se eseguiti prima di un trattamento Shiatsu aumentano il libero fluire del Ki  facilitando il lavoro dell’Operatore e migliorando, quindi, i benefici per il  ricevente.
Mi auguro che tutti possano imparare e praticare questa semplice sequenza di esercizi. Sono sicuro che 15 minuti al giorno da dedicarci li troviamo.
Inizia subito con i primi due esercizi: Vaso Concezione e Vaso Governatore.
Attenzione
Tutti possono eseguire questi esercizi stando attenti, però, a non forzare nessun movimento che procura fastidio. Può essere necessaria un po’ di pratica per giungere al grado di stiramento ottimale. Scegliete di indossare abiti comodi che permettano ampie escursioni articolare al fine di non ostacolare i movimenti.
 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...